sabato 26 gennaio 2013

ELISABETTA ERRANI EMALDI

 







ELISABETTA ERRANI EMALDI


Elisabetta Errani Emaldi è nata ad Alfonsine il 18 marzo 1952 ha studiato a Parigi e a Londra, ha lavorato per molti anni sulle navi da crociera con la qualifica d'assistente direttore di crociera, shop manager, interprete ed ispettrice. Viaggiando tutto il mondo ha acquisito la conoscenza di quattro lingue. Elisabetta ha scritto 4 romanzi e 8 sceneggiature. Vincitrice di molti premi letterari è anche una pittrice molto affermata. Nei suoi romanzi e sceneggiature Elisabetta si è ispirata a quel mondo misterioso e straordinario del paranormale che la coinvolge direttamente. Fra l’altro anche il compianto Dottor Massimo Inardi, parlando dell’autrice e della sua produzione letteraria, aveva detto: “Elisabetta ‘ vive ’ da molti anni situazioni paranormali sotto forma telepatica, chiaroveggente e soprattutto precognitiva.” Grazie a queste doti si dedica da molti anni allo studio dell’oniromanzia. Come esperta di questo argomento ha partecipato a diversi programmi televisivi di emittenti private e ha tenuto conferenze.



L'anima di nostra Madre Terra


L'amore non trionfa quando
la stupidità dell'uomo racchiusa nella sua ignoranza
non rispetta la nostra Madre Terra.
L'umanità soffoca, piano,
piano, nella sua totale indifferenza.

Nostra Madre Terra, la grande anima vivente
ci riscalda sul suo cuore e
ci nutre, ma noi avviluppati dall'ignoranza
siamo cechi e sordi al suo richiamo.
Stiamo, forse, aspettando che i frutti malati della nostra
Madre Terra, ci avvelenino?

Non lasciamoci soffocare con lei, curiamo nostra
Madre Terra con devozione, perché lei
ci nutre d'amore ed energia.

Sento il mio spirito tremare,
mentre la sua grande anima malata e sofferente
si dispera perché i suoi figli sono ingrati,
non hanno rispetto per se stessi e nemmeno per lei.
Mentre nuore lentamente e in silenzio
io sento i suoi lamenti, la sua sofferenza e le sue lacrime
che cadono sul mio cuore angosciato.

L'amore trionfa solo quando
rispettiamo noi stessi e nostra Madre Terra.
La vita continuerà solo se ci sveglieremo dal sonno
dell'indifferenza.
Io sento i suoi respiri sofferti, la pioggia acida
che cade su di me e mi
consuma le membra, mentre ci implora
di ascoltare il suo eco di dolore che vola
alle nostre orecchie sorde e alle nostre menti
lontane dal cuore.







Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts with Thumbnails