venerdì 30 aprile 2010

SETTIMO ANNO

Paura della crisi del settimo anno?
Paura di vedere andare tutto a rotoli?
Paura che tutto scoppi in una bolla di sapone?

Ho io la soluzione che fa per voi!!!

C'è un unico modo per sapere se supererete il settimo anno e sta nel giocarvi tutto in un giorno solo, per dirla in due parole "o la va o la spacca"!!!
Da qui la mia idea delle 7 prove.

Occorrente

  • una pala
  • un piccone
  • una macchina fotografica
  • un petit cadeaux
  • un pò di tempo ; )

Nel mio caso il tempo è molto prezioso ed ho quindi iniziato per tempo (mi vergogno a dire quanto) ad organizzare questa sorpresa. Per prima cosa fotografate sette posti simbolo della vostra storia























La mattina in cui si festeggia l'inizio del settimo anno bisogna uscire di buon ora e nascondere le 7 prove!!! Nel mio caso ho impiegato 3 ore e 170 Km!!!






















Poi inventate tutto quello che vi viene in mente per rendere frizzante la vostra ricerca.



REBUS DOMANDE

GIOCHI INDOVINELLI



Per quanto riguarda il regalo scegliete qualcosa di personale, meglio se fatto da voi. Io ad esempio ho tagliato, disegnato, scritto, incollato.




















Infine trovate un campo, rimboccatevi le maniche e scavate una buca dove sotterrare il regalo! Io ho aggiunto un girasole, il fiore che più di ogni altro mi rappresenta ed è anche il simbolo del nostro amore.





















Nel pomeriggio senza proferire una parola date il primo biglietto, il mio primo indizio ad esempio era duplice da una parte è arrivato ad una pala e ad un paio di stivali... suoi compagni di viaggio e poi la foto di un numero di telefono.


Io sono andata ad aspettarlo accanto al girasole, in quelle ore ho pensato tante cose: "chissà se si sarebbe stufato, innervosito, chissà se avrebbe ricordato e risolto tutte le prove, chissà se era l'occasione che aspettava da tempo per non fare più ritorno"!!! E invece è arrivato si è arrivato, stanco, sudato, curioso e innamorato!!!


mercoledì 28 aprile 2010

"QUELLA PIETRA DEL MERCOLEDI"













La pietra di questo mercoledì è il lapislazzulo.

Il lapislazzulo era una pietra assai apprezzata dagli Egizi e dai Persiani. Il tipico colore del lapislazzulo è azzurro oltremare più o meno intenso, qualche volta verdastro o violaceo. La punteggiatura d'oro è dovuta alla presenza di pirite. E' una delle più costose pietre "dure". Il lapislazzulo viene tagliato a superficie curva, piana o a goccia e si presta molto bene alle incisioni. Il lapislazzulo più grosso che si conosca misura sessanta centimentri di diametro e si trova nella Chiesa del Gesù in Roma.

Io personalmente non amo molto questa pietra non sò perchè ma non mi affascina, non è misteriosa intrigante, non sò come spiegarvi ma fra tutte le pietre fin qui trattate è quella che mi piace di meno. E invece voi che ne pensate?!?!?

domenica 25 aprile 2010

GIVEAWAY




Giveaway! Sarah del blog fragola e limone per festeggiare il primo anno del suo blog ha indetto il giveaway. Per partecipare è sufficiente esporre il logo dell'iniziativa e mandare una foto della propria cucina. Il vincitore verrà proclamato per estrazione fra tutti i partecipanti. Per chi volesse ancora partecipare c'è tempo fino al 30 aprile.

Mi sono seduta un attimo a pensare cosa fotografare, quale fosse l'angolo più carino, più accantivante per un giveaway!!! Ecco il risultato. La mia cucina è così piccola che se apro la lavastoviglie non posso aprire la credenza e i cassetti dove si trovano i piatti!!!
La mia cucina è così piccola che le pentole grandi non vi trovano posto! Poi però ho capito!!! Ho capito che per me l'anima della cucina è la tavola. La tavola come punto d'incontro, la tavola come focolare domestico, la tavola che fin dai tempi della famiglia contadina ha rappresentato il momento delle confidenze, dei racconti, del tramandarsi storie, leggende. La tavola e mio padre, l'importanza di chiudere la televisione, l'importanza di condividere il pasto, la gioia dell'invito. La tavola e il mio amore, quando abitava da solo e stavamo le ore a giocare con le molliche parlando sottovoce e guardandoci negli occhi. La tavola dei ristoranti da noi preferiti dove il tempo vola e noi flertiamo come due fidanzatini.
E ancora la mia tavola di casa, frenetica, sporca con due principesse che ne hanno preso possesso. La mia tavola di alcune sere quando le piccole gnome dormono e io mi diverto a viziare il mio uomo con fiori, candele e messaggi d'amore.







 

sabato 24 aprile 2010

LA FATTORIA DEGLI SCRITTORI



















Dopo il Grande fratello, la fattoria, l'isola dei famosi, campioni, il ristorante, music farm, ritorno al presente, ecco arrivare (per chi non ne avesse ancora abbastanza) un nuovo reality!!!!

La fattoria degli scrittori è il nuovo reality che andrà in onda a partire dal 4 giugno e avrà la durata di una settimana. A partecipare saranno dieci aspiranti scrittori i quali si troveranno a vivere in un agriturismo del Cilento insieme a tre editor con i quali svolgeranno prove di lettura e scrittura. Naturalmente per far funzionare il programma non mancheranno momenti di relax con escursioni e tant'altro. Durante la settimana verrà simulato il lavoro che realmente avviene sempre tra autore e editore svolto affinchè il libro possa poi funzionare. Ospiti del programma saranno autori già affermati che incontreranno gli aspiranti scrittori. 

Il reality è aperto a tutti, la domanda dovrà essere accompagnata da un paio di lavori, editi o inediti, il costo di partecipazione è di 1.200 euro.


Scrittori in erba (e pieni di soldi) correte ad iscrivervi!!!
www.fattoriadegliscrittori.it

venerdì 23 aprile 2010

SHODO


L'uso del termine "calligrafia" nei paesi occidentali non riesce a esprimere il significato più profondo legato al termine "shufa" (arte della scrittura) che troviamo in Cina o al termine "shodo" (via della scrittura) che troviamo in Giappone.

Nei paesi Orientali la scrittura è considerata un arte, un arte che richiede un impegno costante e che può assumere le caratteristiche di un "percorso" che conduce tramite un perfezionamento tecnico a un affinamento interiore dell'individuo stesso.
L'arte della scrittura è composta sia da nozioni, conoscenze storiche, stilistiche che da un processo d'apprendimento e di applicazione di tecniche. Attraverso la pratica si favorisce l'espressione degli stati d'animo, dei sentimenti, il perfezionamento di sè. Dietro i bellissimi tratti dello "shufa" e dello "shodo", dietro ai segni decisi o incerti, veloci o lenti, sottili o spessi è contenuta l'energia vitale di colui che scrive.


Fatta questa debita premessa vorrei segnalare che a Perugia si svolgono lezioni private di SHODO.
Le lezioni sono aperte a tutti. La partecipazione non comporta conoscenza iniziali.
Per chiunque fosse interessato e volesse fissare una lezione gratuita scrivere a: lezioneshodo@gmail.com

mercoledì 21 aprile 2010

"QUELLA PIETRA DEL MERCOLEDI"














Naturalmente le perle non sono pietre ma sono comunque sfere dure che ne permettono il loro utilizzo da parte degli orafi. Permettetemi quindi questa piccola eccezione.

Le perle sono il risultato di una reazione di difesa di un organismo marino alla presenza di un corpo estraneo. Queste preziose sfere hanno stupito gli uomini sin dal 2500 a. C. e da quel momento non si contano le leggende che attribuivano il formarsi delle perle ai più leggendari interventi: la luce della Luna, le lacrime di una dea, le gocce della rugiada. I giapponesi hanno scoperto il sistema di far produrre perle a vari molluschi in allevamento e questo ha portato a livelli ragionevoli il loro costo.
Oltre che bianche, le perle possono essere rosate, grigie, nere, rosse e persino verdi.

A me personalmente le perle piacciono poco o meglio le vedo di più sulle donne di una certa età.... magari quando avrò 50 anni sarò piena di collane di perle!!!!
E a voi piacciono?!?!

sabato 17 aprile 2010

KARIN BOYE























KARIN BOYE (1900-1941)


Karin Maria Boye nasce nel sud della Svezia a Goteborg il 26 ottobre del 1900 da una famiglia di origine tedesche. Mostra fin dall'adolescenza una notevole inclinazione per la psicologia, l'etica e la religione buddista. Coltiva successivamente gli studi umanistici a Stoccolma. In questo periodo entra a far parte del gruppo svedese della rivista "Clarté", un movimento culturale e pacifista di cui la Boyle ne sarà una delle rappresentanti più significative.
La sua prima raccolta di liriche è del 1922 "Moln" (Nuvole).
Nel 1929 sposa lo scrittore Leif Bjiork anche lui militante di Clarté ma nonostante il forte legame fra i due il matrimonio naufraga nel giro di due anni. La causa è la bisessualità della Boyle.
Nel 1932 nel tentativo di chiarire a se stessa le ragioni della propria bisessualità la potessa si reca a Berlino per sottoporsi ad un trattamento di terapia analitica che non riuscirà però a portare a termine a causa della mancanza di denaro. Proprio a Berlino Karin si innamora di Margot Hanel, un amore tormentato a causa della forte differenza di età (dodici anni). Karin Boyle morirà suicida il 23 aprile 1941 giorno in cui le truppe tedesche invasero la Grecia per lei simbolo dell'amore e della bellezza. Si uccise su una collina nei dintorni di Goteborg e il suo corpo sarà ritrovato esanime ricoperto dall'edera alcuni giorni dopo.


CERTO CHE FA MALE

Certo che fa male, quando i boccioli si rompono.
Perchè dovrebbe altrimenti esitare la primavera?
Perchè tutta la nostra bruciante nostalgia
dovrebbe rimanere avvinta nel pallore gelato e amaro?
L'involucro fu il bocciolo, tutto l'inverno.
Cosa c'è di nuovo che consuma e dirompe?
Certo che fa male, quando i boccioli si rompono,
male a ciò che cresce
e a ciò che racchiude.

Certo che è difficile quando le gocce cadono.
Tremando d'inquietudine, pesanti, stanno sospese,
si aggrappano al ramoscello, si gonfiano, scivolano -
il peso le trascina giù, come provano ad arrampicarsi.
Difficile essere incerti, timorosi e divisi,
difficile sentire il profondo che attrae e chiama,
eppure rimanere ancora e tremare soltanto -
difficile voler stare
e voler cadere.

Allora, quando infine più niente aiuta
si rompono come esultando i boccioli dell'albero,
allora, quando non le trattiene più alcun timore,
cadono scintillando le gocce del ramoscello,
dimenticano che furono impaurite dal nuovo,
dimenticnao che furono in apprenssione per il viaggio -
conoscono per un secondo la più grande serenità,
riposano in quella fiducia
che crea il mondo.

venerdì 16 aprile 2010

SPEAK ENGLISH




"Tu vo fa l'americano, l'americano, l'americano ma s'è nato in Italy..."


Come è vero che noi italiani vogliamo a tutti i costi "fa gli americani": fast-food, grattacieli, soldi, successo. Senza contare che una grande maggioranza degli italiani cerca di parlare e scrivere utilizzando il più possibile parole americane/inglesi perchè così fa più fico!!! Guardatevi intorno e scommetto che tra tutte le persone che conoscete o anche tra i blog che vi capita di visitare o seguire c'è almeno una persona o un blogger che usa termini ammericani!!! 

Bene a tutti noi che invece siamo rimasti indietro perchè già è tanto se riusciamo a parlare un italiano perfetto propongo un corso per diventare americani al 100%!!!

Nel Centro Giovani di Torgiano (PG), direttamente da New York, la simpaticissima Dott.ssa Exodus Nicholas terrà tutti i mercoledì un corso di conversazione. Imparerete i modi di dire, i proverbi, gli idiomi New Yorkesi. Ed invece che sui libri lavorerete con le più popolari serie televisive, insomma un modo dinamico, divertente ma soprattutto originale per imparare ad essere davvero ammericani!!!


mercoledì 14 aprile 2010

"QUELLA PIETRA DEL MERCOLEDI"



















La pietra di questa settimana è il Corallo.


Persino in epoca neolitica il corallo era tenuto in gran conto, come dimostrano vari reperti archeologici. Soltanto nel 1723 si seppe che i coralli non erano "piante marine" ma il risultato della complessa esistenza di minuscoli polipi che quando si aprono lungo i rami del corallo sembrano fiori di pesco. Questo materiale può essere scolpito con grande raffinatezza sia per farne gioielli sia per farne sculture di grande fascino. Una delle varietà più pregiate è quella del corallo rosa pallido, noto come "pelle d'angelo", splendido se accostato ai diamanti o alle perle.

Io ho una collana praticamente uguale a quella nella foto, più o meno è del 1800 ed era appertenuta alla mia bisnonna. Inutile dire che il suo colore rosso me la fa piacere tantissimo!!! E a voi piace il corallo?

martedì 13 aprile 2010

I GIORNI DEL TULIPANO



















E' dal 1956 che a Castiglione del lago si festeggia il tulipano!

Si tratta di una festa nata per ricordare l'arrivo di alcune famiglie olandesi che avevano acquistato dei terreni vicino al lago per coltivarvi i tulipani. Gli olandesi portarono a Castiglione oltre ai tulipani anche l'usanza di festeggiare l'arrivo della primavera addobbando finestre, balconi e piccoli carri con il primo fiore, quello troppo corto per essere venduto.
La festa sarà allietata dalla sfilata di carri allegorici addobbati esclusivamente con tulipani. E' prevista inoltre l'apertura di taverne tipiche e giochi in costume. Per accedere alla sfilata dei carri si dovrà pagare un biglietto di 5 euro. Gratis per i bambini al di sotto dei dieci anni.

La festa dei tulipani avrà inizio domani e si concluderà il prossimo 18 aprile.

Un appuntamento da non perdere per tutti gli amanti dei tulipani!!!

lunedì 12 aprile 2010

RADIO DELLE LIBERTA'



Che cosa è la Radio delle Libertà?
Chi si nasconde dietro questa radio?
Di che cosa parlano le loro trasmissioni?


Di questo e di molto altro parla la mia intervista alla Radio delle Libertà!!!


B. Prima di tutto presentatevi!!!

R.D.L. La radio delle Libertà è una trasmissione radiofonica a sfondo umoristico e satirico che trasmette per il momento dalle frequenze di Radio Gente Umbra. E' condotta da un trio di autentici idioti che si fanno chiamare Dj Andrea, Dj Davide e Andrea MC, che ne curano tutta la messa in onda: testi, contributi audio e selezione musicale.

B. Come è nata l'idea di fare radio?

R.D.L. L'idea è nata nel 1997 quando, all'epoca giovanissimi, Dj Andrea e Dj Davide decisero di procacciarsi uno spazio radiofonico, insoddisfatti dalle programmazioni musicali delle emittenti locali... ah ah ah ah ma a chi la andiamo a raccontare? Lo scopo principale era quello ovviamente di fare successo e rimorchiare a tutto spiano. Progressivamente si fece però strada l'idea di abbinare alla musica rubriche e testi a sfondo satirico. E fu allora che compresero che non avrebbero mai raggiunto gli scopi prefissati. Nel 2003 si aggiunse poi malauguratamente Andrea MC, prima come ospite, poi come ospite fisso, poi come duce-imperatore della trasmissione (ma quest'ultima cosa la sà solo lui).

B. Quali sono i passi da compiere per trasmettere un programma radiofonico?

R.D.L. Il passo più importante è procurarsi uno spazio radiofonico e qui viene il problema principale. Infatti molte emittenti umbre che danno spazio libero trasmettono dai vescovati. Quindi è molto complicato far accettare un programma che trasmette musica rock e fa umorismo di bassa lega come il nostro. Proprio in questi giorni dovremo gioco forza andare a caccia di una nuova emittente perchè in quella attuale, RGU, ci sopportano a malapena. Comunque, trovata l'emittente si è praticamente fatto il 99%. Dopo si tratta solo di imparare ad usare la teconologia a disposizione e a gestire al meglio tutti i supporti che possono arricchire la trasmissione (internet, telefono etc...). A si, poi ci vogliono anche le idee, ma i media di oggi li conosciamo tutti, non è che bisogna fare chissà quali miracoli per organizzare una trasmissione decente nel vuoto assoluto che domina la scena di questo secolo.

B. Quanta preparazione occorre prima di andare in onda?

R.D.L. Escluso il corso di dizione, che a noi tre non guasterebbe affatto, la preparazione non ha un tempo specifico. Noi tre lavoriamo separatamente e ci sentiamo uno o due giorni prima per fare la scaletta del programma. Quindi è difficile dare un tempo preciso. Sicuramente molte ore a settimana in particolar modo quando facciamo puntate a tema.

B. Non credete che il nome che avete scelto per la vostra radio tradisca l'adesione incondizionata alla politica del nostro governo?

R.D.L. In effetti è un nome un pò selettivo nel senso che preclude l'ascolto a chi non presta attenzione ai minimi dettagli quando presentiamo la puntata su facebook. Però ci siamo affezionati ed inoltre è veramente una radio delle liberà. In fin dei conti non abbiamo n+ un ditore-padrone nè obiettivi specifici da realizzare, perciò possiamo veramente fare come cazzo ci pare. E ci permette di avere a dispozione un pubblico esiguo ma fatto di persone dotate di grande autoironia e spirito critico.

B. La mia rubrica preferita all'interno della vostra programmazione è quella in cui rispondete alle domande poste nel mensile "Focus". Come riuscite ad avere tutte le risposte?

R.D.L. Quella di "Focus" è sicuramente la rubrica "storica" del programma, quella che proponiamo da più tempo. Per rispondere a tutto trascorriamo giorni e giorni immersi in letture scientifico-divulgative di alto livello come Focus, Voyager, la Macchina del Tempo, Quark, Le Ore e il Riformista. Solo allora ci sentiamo pronti a rispondere ad ogni domanda.

B. Fatevi una domanda e datevi una risposta?!

R.D.L. Quanto siete avvenenti e dotati in fatto di muscoli scultorei? Molto.

B. Per chi non volesse seguirvi quale giorno, ora e in quale frequenza non si dovrebbe sintonizzare?

R.D.L. In genere trasmettiamo dalle frequenze di Radio Gente Umbra (88.6 e 93.0) tutti i giovedi dalle 21.30 alle 22.30. Ci si può trovare anche in streaming visitando il sito http://www.radiodellelibertà.altervista.org/ oppure dal sito di RCU. Attualmente siamo però in pausa rigenerativa, quindi invitiamo che si è perso le otto puntate di quest'anno a riascoltarsele sempre sul nostro sito, scaricando il podcast da questa pagina: http://www.radiodelle.altervista.org/index.php/podcast

B. Grazie per il tempo che mi avete dedicato, come volete salutare i vostri ascoltatori?

R.D.L. Vorremmo salutarli nudi e cosparsi di olio abbronzante, ma poi sembreremmo poco modesti, quindi ci limitiamo a ringraziarli per averci sostentuo e dato la voglia di andare avanti nonostante le mille difficoltà che abbiamo incontrato per mandare in onda le trasmissioni.

sabato 10 aprile 2010

FASHION SWAP














Una nuova moda in arrivo da New York stà contagiando anche Perugia.

Si tratta del baratto o fashion swap. Se possedete borse, scarpe, cappelli, maglie o cinture alla moda che non vi piacciono più... ho io il posto che fa per voi!!!
Domani infatti dalle 15 alle 20 presso il centro commerciale Metropolis (terminal del Minimetrò), l'associazione 3Chouettes ha organizzato tutto un pomeriggio all'insegna del baratto. Ogni partecipante può portare fino a sei oggetti da scambiare che verranno valutati da una giuria così da assicurare scambi tra oggetti dello stesso valore. Oltre al piacere di rinnovare il guardaroba sarà allestito un salotto eco-chic per una piacevole chiacchierata tra le partecipanti. Verrà inoltre allestita una Beuty room e per chi non rinuncia a mangiare sarà offerto un ricco buffet oltre alla possibilità di degustare i vini dell'azienda vinicola Carini di Colle Umberto.

L'evento è totalmente gratuito e aperto a tutti.


Cosa state aspettando?!?!? correte a rinnovare il guardaroba!!!


Per iscrizioni on-line 3Chouettes.it

mercoledì 7 aprile 2010

"QUELLA PIETRA DEL MERCOLEDI"

la pietra di questo mercoledì è la giada.
















Per parlare della giada, non basterebbe un volume, tanto più che gli uomini l'apprezzano da cinque o sei millenni, soprattutto in Oriente dove le si attribuiscono proprietà curative contro le malattie renali. Contrariamente a quanto si crede questa stupenda pietra dura non è soltanto di colore verde-menta, bensi può essere anche bianca, rosa, arancione, rossa o lilla. Utilizzata per gioielli di ogni tipo, dalla collana agli anelli, dalle scatole ad altri oggetti ornamentali, è curioso ricordare che in Cina si usavano tavolozze in giada con incise poesie d'amore come missive per la donna amata.

martedì 6 aprile 2010

SENZA TITOLO

La mia nuova intestazione al contrario di quella passata è fatta di colore, allegria, gioia, icona di un anno per me pieno di novità, progetti e speranze da realizzare.




Il nome del blog naturalmente resta lo stesso a ricordo della sua nascita e dell'anno appena trascorso.





La lumaca invece è uno dei miei animali preferiti, rappresenta il mio IO bambino, quando costruivo loro le case di legno sperando di poterle tenere a vivere in casa con me!!!





Questa bellissima ragazza fa da ciliegina sulla torta!!!
A questo punto non mi resta che ringraziare:

RICCARDO che mi stupisce e completa ogni giorno restando sempre Riccardo...
AMELIA per la persona colorata qual'è...
LUCA per aver ingarbugliato le cose rendendo ardua la scelta...
MELISA per essersi dimenticata...
MARIO per la sua genialità e per il suo tocco magico...
MARCO... a no... lui è in debito costante quindi niente ringraziamenti!!!

UN ANNO DI BLOG













 












tanti auguri a te...
tanti auguri a me...
tanti auguri biancheggiando...
tanti auguri a teeee!!!!!


Chi lo avrebbe mai detto? chi avrebbe mai scommesso che una persona incostante come me che cambia sport, hobby e interessi con il cambiare delle stagioni avrebbe invece curato per ben 365 giorni un blog?

Un blog creato per noia,
un blog creato per caso,
un blog creato di notte,
un blog creato per il bisogno di fare qualcosa nelle lunghe notti in bianco.

Cosa dire a distanza di un anno? Come prima cosa devo ringraziare Biancheggiando per averi aiutato a "svernare", per avermi aiutato a reggere il bisogno di dormire, uscire insomma a non impazzire!!!! Con il tempo poi Biancheggiando è cresciuto e da un iniziale idea di un blog dedicato alla poesia da me tanto amata, mi sono ritrovata a scrivere anche di altro.

Non riuscirò mai a stare dentro gli schemi
!!!

Infine vorrei salutare tutti voi che seguite Biancheggiando:
grazie di cuore a tutti
.


domenica 4 aprile 2010

BUONA PASQUA A TUTTI ; )




I miei auguri ve li faccio dandovi 

la ricetta di un tipico dolce pasquale perugino...

5 uova montate a neve

4 etti di farina
4 etti di zucchero

2 tazzine di alchermes

2 tazzine di olio

1 tazzina di olio di semi


Questa è la ricetta per fare la Ciaramicola!!!

BUONA PASQUA DI CUORE A TUTTI VOI.

sabato 3 aprile 2010

IL TERREMOTO E LE FASHION VICTIM












Il 6 aprile sarà un anno dalla tragedia del terremoto in Abruzzo. Purtroppo poco è stato ancora fatto (per quanto riguarda la ricostruzione) e molto resta da fare. Questo post è scritto allo scopo di non dimenticare il popolo dei terremotati ed allo stesso tempo vi offro una maniera nuova e origianale per dare il vostro contributo.
Un idea che farà sicuramente contente le tantissime faschion victim!!!!
Infatti per una volta fare shopping diventa anche una buona azione!!!
Nel portale senza fini di lucro eforpeople.com, specializzato nella vendita di oggetti firmati, al suo interno è possibile partecipare a "indovina quanto costa".
Basta puntare 2 euro per vincere borse, orologi e abiti griffati, facendo allo stesso tempo beneficienza. Gli utenti con la donazione di una piccola cifra avranno la possibilità di aggiudicarsi l'oggetto in palio indovinandone il prezzo.
Il ricavato sarà devoluto alla ricostruzione della Casa madre-bambino dell'Aquila.

Buono shopping a tutti!!!


giovedì 1 aprile 2010

FILASTROCHEGGIANDO

APRILE




















Aprile tosatore
porta la lana al vecchio pastore
spoglia la pecora e l'agnello
per farti un berretto ed un mantello.


Aprile, il mio mese preferito.... come vorrei vivere in un anno fatto solo di aprile!!! Aprile, un mese allegro, spensierato, fatto di bambini che giocano all'aria aperta, di amori che nascono, di feste di paese, di nonne con i cappelli nuovi, di gatti rossi e lunghe giornate fatte di vento, sole e poesie.

Anche voi come me amate così tanto questo mese?!?!?
Related Posts with Thumbnails