sabato 30 gennaio 2010

MISS CRUMB



 

La mia passione per le borse è nota a tutti... tutti quelli che mi conoscono!!! Addirittura una volta per un compleanno ho ricevuto ben quattro borse!!!!!!!
Qualche tempo fa in un quotidiano ho visto una pubblicità fatta ad una borsa originalissima: la borsa di Miss Crumb.

Voi vi chiederete Miss Crumb? e chi è questa Miss Crumb?!?!?

Miss Crumb è prima di tutto la scrittrice di un piccolo libro: "Le risposte nella casa di vetro". Una raccolta di pensieri, un diario, un insieme di "risposte". E' anche l'autrice poco più che bambina di alcuni disegni ritrovati dopo trent'anni e diventati una fonte di ispirazione per la prima borsa, creata quasi per gioco. Una forma di comunicazione che ben presto ha fatto proseliti, spingendola a creare altre borse, fino a firmare una collezione e a presentarla nella casa\atelier. Una sorta di "borsa-terapia" in cui miss Crumb trasfrisce su uno degli oggetti più tipicamente femminili parole e colori del proprio mondo interiore. Le borse sono disegnate e realizzate con cura artigianale in PVC, sono leggere, pratiche e indistruttibili. Fra le particolarità anche la formula di vendita. Lo Showroom di Miss Crumb è in realtà un vero e proprio elegante appartamento nel cuore di Torino, in Via Mazzini 15 dove la creatrice riceve su appuntamento.


Per ulteriori informazioni vi consiglio di fare una capatina nel suo sito www.misscrumb.it

mercoledì 27 gennaio 2010

"QUELLA PIETRA DEL MERCOLEDI"














(questa bellissima foto è presa da http://www.traveladventures.org/ un sito interessante che vi assicuro vale la pena di visitare... ricco di belle foto e di viaggi intorno al mondo...).

I gioielli mi piaciono e tra essi prediligo gli anelli anche se non quelli classici con il "brillocco"; le collane che devono assolutamente essere vistose; i bracciali che al contrario dovrebbero essere quasi invisibili e gli orecchini ah vado matta per gli orecchini!!!
In generale, la mia attenzione è attirata da tutto quel mondo che sono le cosidette "pietre dure", in realtà questa è una denominazione erronea in quanto si dovrebbe parlare di "gemme o pietre semipreziose".
L'alchimia del tempo e la natura del suolo hanno distillato e cristallizzato nelle rocce frammenti di luce che insieme all'oro sono in cima alla scala dei valori materiali.
Una curiosità.... per questa rubrica ho scelto il mercoledì perchè è il giorno che sono nata io... più prezioso di così!!!!!!

E voi.... quali gioielli prediligete? Oppure detestate qualunque tipo di orpello femminile?!?!?!

sabato 23 gennaio 2010

FILM E FAST FOOD







Il Fast food è uno di quei posti che proprio non riesco a concepire, sarà per le luci al neon, per i panini al gusto di cartone, per le divise di chi ci lavora, per la fretta che ne accomuna tutti i fruitori... insomma al di là del cibo in se per se è proprio il concetto di fast food che proprio non riesco a digerire!!!
A questo proposito ci sono due film che consiglio a tutti di vedere. Il tema che li accomuna è la "denuncia" a un tipo di cibo e di politica che può solo danneggiare il consumatore.





























Il primo film "Super size me" in realtà è una sorta di film-documentario, il suo autore (fuori come un balcone) ha deciso di nutrirsi per un mese solo di hamburger: colazione, pranzo e cena. Un film che a me è piaciuto moltissimo. Addirittura quando uscì organizzai dei gruppi di visione tra amici e parenti!!!!































Il secondo invece è un film vero e proprio che ho visto di recente dopo un ottima recensione sul "Venerdì" di Repubblica. "Fast Food Nation" vi farà passare una volta per tutte la voglia di entrare nei fast food!!!! Dimenticavo, alcune scene sono un pò forti ma servono... servono anche queste.
Buona visione a tutti.



martedì 19 gennaio 2010

I SEGRETI DI PULCINELLA

http://acasadisimo.blogspot.com/2010/01/chi-semina-segretiraccoglie.html

Il mio tempo per curiosare nei blog altrui è pressochè pari a zero ma oggi casualmente ho avuto un pò di tempo per stare al computer e da uno dei miei blog preferiti sono finita qui. Devo dire che l'idea di raccontare un segreto mi piace moltissimo quindi voglio esagerare e voglio concorrere per tutte e tre le categorie!!!!
Ecco il regolamento.

1) Postare un vostro segretuccio, o più d’uno.
2) Salvare la foto del logo del concorso che trovate qui, postarla nel proprio blog con il link a questa pagina,se volete potete metterla anche nella layout, ma non è mica obbligatorio.
3) Lasciate il link del vostro segretuccio come commento a questa pagina (così poi io arrivo, lo prendo e lo metto nella cartelletta.Cartelletta?No, dai li metto qua sotto man mano).


Verrà premiato:
-il segreto culinario più interessante
-il segreto più simpatico
-il segreto baby (che non è un piccolo segreto, ma riguarda voi quando eravate bambini).

Bene ecco fatto ora eccovi i miei tre segreti.


1) Una domenica a pranzo mia mamma aveva preparato i ravioli fatti in casa. Avevamo ospiti e mangiavamo in sala. Io vado a scolare la pasta. Mentre prendo la pentola giro la testa e vedo che in tv stanno intervistando il mio calciatore preferito così, guardando l'intervista scolo la pasta. Un secondo, giro la testa, stò scolando i ravioli nell'acqua sporca usata per lavare i piatti e non nello scolapasta posto nella buchetta a fianco. Panico. Una metà è salva e non sapendo che fare nascondo l'altra nel fondo della pattumiera. Mi mamma ancora non si capacità del perchè i ravioli a quel pranzo fossero così pochi!!!! Io ho provato a dirle che si erano ritirati dato che li aveva fatti lei!!!

2) La materia in cui sono sempre riuscita bene è italiano. Ho sempre preso bei voti sia nelle interrogazioni che negli scritti. Solo una volta presi un bel 4 ad un tema. Non ho mai detto a nessuno che quella volta ho fatto una serie di errori volontari per vedere se poi rileggendolo li avrei individuati tutti... io non ci sono riuscita... ma l'insegnante si!!!!!!!

3) Per tutte le elementari sono stata innamorata di Luca. Finita la quinta, avrei cambiato casa e quindi frequentato le medie in una scuola diversa dalla sua. Decisi così di fare qualcosa per non perderci di vista!!! L'ultimo giorno di scuola, sapendo che non lo avrei più rivisto, mi sono fatta coraggio e al momento dell'uscita gli ho dato un biglietto... poi sono corsa a perdifiato senza voltarmi!!! Il biglietto era una mappa che segnava la strada da fare dalla scuola alla mia nuova casa!!!!!!


 

sabato 16 gennaio 2010

REGINE




 


 "Regine" è tratto dall'omonimo romanzo di Elke Naters. Le protagoniste sono Gloria e Marie due amiche che vivono a Berlino. Sul palco si alternano in un doppio monologo tra descrizione e riflessione disegnando la cronaca delle loro giornate e delle loro serate tra vodka, birra, cocaina, insicurezze, nuovi tagli di capelli per tirarsi su il morale: fondamentali banalità capaci di condizionare l'umore di una giornata, rovinare una serata o regalare una sensazione di benessere. Tra le cose grandi e piccole è abolita ogni gerarchia esse sono figlie della città e della cultura in cui vivono i loro interessi rivelano il malessere di una condizione anelata e ripudiata allo stesso tempo.


Spettacolo al teatro Brecht di Perugia.
Sabato 16 gennaio 2010
Prezzo biglietto 5,00 euro.
Inizio spettacolo ore 21.15

sabato 9 gennaio 2010

TOVE DITLEVSEN

TOVE DITLEVSEN (1918-1976)

















Tove Irma Margit Ditlevsen nasce a Copenaghen nel 1917. Di famiglia proletaria vive nel quartiere popolare di Vesterbro. Le sue esperienze d'infanzia sono state il punto focale del suo lavoro. La Ditlevsen si sposò quattro volte con altrettanti divorzi. In preda a ricorrenti psicosi e all'uso di droghe viene ricoverata in un ospedale psichiatrico. Pubblica nel 1939 la sua prima raccolta lirica "Animo di fanciulla" a cui ne seguiranno altre nel 1942 "Piccolo mondo"; nel 1949 "Poesie d'amore"; nel 1955 "Animo di donna" e nel 1973 "Stanza rotonda". L'ultima sua opera è un romanzo "La stanza di Guglielmo" scritto nel 1976 stesso anno in cui morirà infatti suicida.


I FIGLI

Prima erano dolce attesa
e grande, indicibile gioia
di famiglia, con nuvole e stelle,
e dappertutto presenti.

Poi diventarono vivi, vicini,
teneri, indipendenti pensieri,
due occhi che riflettono la luna,
un cuore che batte da solo.

Risuonarono passi di piccolissimi piedi
per tutta la casa,
che ancora risuonano nel nostro cuore
malinconicamente nel sussurro notturno.

All'improvviso alzano lo sguardo,
scordano i giochi infantili,
hanno occhi lontani, inquieti
e ansia di buie strade.

Hanno elevato le giovani nuche
e hanno trovato troppo stretto in casa...
La pioggia cancellò via veloce
le orme fuori sulla ghiaia.

La pioggia rapida lavava via
le lacrime dalle guance...
le ruvide voci cambiate
garrivano al vento.

Ma siccome erano bravi figli
li vedevamo spesso anche in seguito;
al caffè di domenica due ore
sedevano a perdere del tempo,

e quando veniva la sera se ne andavano
dove noi non riuscivamo mai a sapere,
a loro facevamo cenni con le mani dal cancello,
in silenzio, l'uno accanto all'altro.

Soave e cauto è il buio,
e si pure son le gocce di pioggia,
i bravi figli sono un dono.
E' male esser soli.

mercoledì 6 gennaio 2010

LA BEFANA, IL LAVORO E LA LOTTERIA






Dopo il Superenalotto e Win for live, arriva anche la lotteria che mette in palio un posto di lavoro!!! Succede in Sardegna, dove dal primo novembre scorso la Cs&D, centro distribuzione e servizi cui fanno capo circa 300 supermercati Despar e Sigma, ha lanciato un singolare concorso regionale: "fai la spesa e partecipi all'estrazione di quattro posti di lavoro al mese". Il concorso durerà un anno e si stà già lavorando per realizzarlo anche a livello nazionale, legando la lotteria all'acquisto di prodotti locali per sostenere le imprese territoriali... due piccioni con una fava!!!

La lotteria funziona così: ogni scontrino da 30 euro dà diritto a una cartolina per partecipare all'estrazione di quattro posti di lavoro. In palio, ogni mese quattro contratti a un anno, busta paga da circa 1.000 euro mensili. Il premio può essere ceduto a un parente o un conoscente, a patto che sia residente in Sardegna e abbia tra i 18 e 29 anni. Non si tratta di beneficenza, assicura il direttore generale, infatti per altri tipi di concorsi in cui si vincono pentole, tazze etc... si spendono circa 960 mila euro l'anno, che questa volta sono stati girati ad una iniziativa davvero molto più utile.

Siete ancora qui?!?!? Cosa aspettate?!?!?! Altro che lotteria italia, con i tempi che corrono direi di trasferirsi tutti in Sardegna!!!



lunedì 4 gennaio 2010

TUTTI I COLORI DEL LUNEDI

Oggi si conclude il mio viaggio tra i colori, non trovo maniera più degna di farlo se non mettendoli tutti insieme in un arcobaleno colorato.
Se ci avete fatto caso in queste settimane l'unico sentimento che non ho associato a nessun colore è stato l'amore. Esso infatti non può essere ridotto a un singolo colore.






















L'amore ha in sè il rosso della passione
,il giallo dell'allegria,
il bianco della purezza,
il rosa della timidezza,
il nero della sensualità,
il grigio della pigrizia,
il verde del viaggio,
l'azzurro della leggerezza,
il marrone della pioggia,
l'arancione delle sorprese.


Insomma i colori mi piacciono moltissimo, mi piace sentirmi colorata fuori e dentro. Il colore è vita.
Buoni "lunedì" a tutti!!!!



sabato 2 gennaio 2010

REFUGIUM SMEMORATI











Come sono andati i regali?
Ricevuto quello che desideravate o qualcuno vi ha stupito con un regalo inaspettato?
Avete fatto qualche figura "barbina" ricevendo un regalo da qualcuno a cui voi non avevate pensato?!
Sò io quando e con che cosa rimediare!!!!

QUANDO... il 6 gennaio...
CON CHE COSA... una bellissima agenda personalizzata...
COME?

FACILISSIMO, basta andare su ilmiolibro.it, qui è possibile creare un agenda con il tuo nome o foto in copertina, si possono inoltre personalizzare gli interni inserendo da tre a sette pagine con le tue foto e qualunque altra cosa tu voglia mettere.

Insomma credo proprio sia un ottimo regalo per rimediare una piccola dimenticanza!!!

venerdì 1 gennaio 2010

FILASTROCCHEGGIANDO


Io adoro moltissimo le fiabe e le filastrocche per bambini, mi mettono allegria. Sfogliando vecchi libri mi è capitata tra le mani la filastrocca sui 12 mesi dell'anno di Gianni Rodari così ho pensato di dedicare uno spazio nel mio blog a questo 2010. Ogni primo giorno del mese scriverò un pezzetto di filastrocca e parlerò del mese che verrà!!!























"Gennaio, gennaio,

il primo giorno è il più gaio,
è fatto solo di speranza:
chi ne ha tanta, vive abbastanza".


Gennaio, se dovessi immaginarlo come una persona sarebbe un uomo sulla cinquantina con un bel cappotto grigio e pesante. Un uomo freddo, altero. A me questo mese dà moltissima allegria perchè superata la tristezza per la fine delle feste natalizie sono contenta e curiosa di vedere cosa porterà il nuovo anno nella mia vita. Gennaio il mese della speranza, speranza di tanta neve, di nuovi amici, di nuove cose da fare e sperimentare, di vacanze e di viaggi da organizzare insomma questo per me è il mese in cui mi abbandono ai sogni e lascio la mia immaginazione libera di progettare tutto ciò che le piace!!! Poi purtroppo non tutto verrà realizzato, non tutto andrà come avevo sperato ma questa è la vita ed è un altro discorso... a Gennaio lasciatemi almeno sognare!!!
Related Posts with Thumbnails